giovedì 28 febbraio 2013

SUNGAZING E FOSFENISMO



Ancora oggi in India viene praticato un esercizio iniziatico che trae origine dalla notte dei tempi. Rimasto segreto per molto tempo e insegnato da Maestro a Discepolo, si affaccia nuovamente in questo XX secolo e sembra attirare una grande quantità di persone, vista la sua semplicità e la sua efficacia. Basta fare una ricerca su Internet sull’argomento per accorgersi dell’entusiasmo provocato da questa pratica.
Questo metodo è il sungazing, parola inglese che significa «fissazione del sole». Tale pratica, riportata alla ribalta da Hira Ratan Manek (HRM) dal 1992, permette di stimolare il cervello grazie all’energia luminosa del Sole. I sungazers, che fissano il sole dell’alba o del tramonto, ottengono diversi benefici: salute, serenità, benessere, sviluppo delle capacità spirituali. Altrettanti benefici sono esposti dal Dottor Lefebure nella sua pratica scientifica del Fosfenismo: più di 10 anni prima di HRM, egli descriveva già gli esercizi di fissazione del Sole…
Questa pratica ancestrale era riservata agli iniziati. HRM l’ha riscoperta nei lavori di antichi yogi che praticavano la fissazione del sole 2.600 anni fa. Questa pratica esisteva anche tra gli Amerindi, gli Egizi e i Greci, cosa che aveva già constatato il Dottor Lefebure.
Il Dottor Lefebure è il creatore del Fosfenismo, metodo che permette di trasformare l'energia luminosa in energia mentale. Il Dottor Lefebure si è basato su una lunga tradizione esoterica, ma il suo colpo di genio consiste nell'aver portato uno sguardo scientifico sui fenomeni iniziatici. Iniziato lui stesso nella via sensoriale da GALIP, Zoroastriano e diplomatico ucraino, si è sforzato di trovare un criterio scientifico che permettesse di sapere con precisione che cosa funzionava negli esercizi iniziatici. Cosa che gli ha permesso di presentare degli esercizi molto precisi dopo aver eliminato tutto ciò che si riallacciava ad un folklore religioso o esoterico.


Il Sun Gazing è una pratica molto antica tornata alla ribalta grazie all'instancabile opera di Hira Ratan Manek... Nella prima parte dell'articolo vi traduco il suo discorso del 7 agosto 2007 ad Ashland, Oregon, mentre nella seconda parte inserisco il video.
Non ho voluto fare una traduzione perfetta, e letterale, ma ho cercato di mantenere il senso del discorso il più possibile fedele all'originale.



"Mi chiamo Hira Ratan Manek e sono conosciuto in occidente come HRM, la mia pagina web è solarhealing.com, la mia mail è hiraratanmanek@yahoo.com, viaggio per tutto il mondo ed ho fatto quasi 400 conferenze, di cui quasi 200 negli USA, in Canada, Messico, Sudamerica...

Predico la scienza del sungazing (fissare il sole). Il sungazing può essere considerato l'High Tecnology della guarigione. Tutti i disturbi sia fisici che mentali possono essere curati con l'aiuto del sungazing.

Questa non è una tecnica nuova ma il recupero di una tecnica molto antica che era praticata in tutto il mondo, in ogni paese, in ogni cultura, in ogni religione. Lentamente abbiamo perso la scienza sul sungazing che ora è tornata alla luce.

Guardare il sole attiva le parti del cervello che sono addormentate e risvegliandole abilita le infinite risorse che si trovano dentro di noi, che Dio ci ha dato e che rimangono dormienti ed in silenzio fin quando non vengono attivate.

Il cervello è un supercomputer che io chiamo Brainutor. Le sue risorse sono il software, la programmazione che tutti già abbiamo. La mente è la tastiera ed il mouse, la luce solare è l'elettricità. E quando la luce solare attraversa gli occhi si collega al cervello. L'efficienza del cervello aumenta in questo processo, una pratica che può fare chiunque, senza l'aiuto di nessuno, senza alcun costo.


Cura tutti i problemi della vita e offre una cura totale per mente, corpo e spirito. Nella mia pagina web ci sono studi medici, specialmente il controllo durante i 411 giorni in cui mi sono alimentato di sola acqua ed in cui fui seguido da un'equipe internazionale di 21 dottori per 24 ore al giorno ad Ahmedabad in India. E questo comitato fu comprovato dalle associazione medica indiana e dal suo presidente.

Vi sono inoltre i dottori e gli scienziati che mi osservarono negli Stati Uniti durante 130 giorni ed anche questo è sulla mia pagina web. Uno di questi era Andrew Newberg che ha fatto il documentario "Do you know". Lui è un esperto della mente umana. Un altro era George C. Bernard, altro scienziato della ghiandola pineale e anche lui fece 211 giorni di digiuno nel 1995-1996 ed anche lui fu osservato da un equipe medica.

E tutti quelli che mi hanno osservato sono d'accordo nel dire che ci sono tanti cambiamenti e tanti benefici che il corpo umano ottiene dal guardare il sole, dal respirare il sole, dal bere l'acqua caricata dal sole, camminando scalzi sulla terra..."  

 Fonte

Nessun commento:

Posta un commento